The Iron Lady

L’uscita del film su Margareth Thatcher, uno dei leader più controversi nella storia recente del Regno Unito, ha – come previsto – provocato un dibattito ampio e spesso vivace sulla stampa britannica.

Una opinione critica è stata espressa dal quotidiano più rappresentativo della sinistra, “The Guardian” che, pur riconoscendo al film molti meriti, narrativi e tecnici, ha rilevato la tendenza ad ammorbidire troppo la personalità della Thathcer e a non far comprendere in modo adeguato i costi umani e sociali del thatcherismo.

Peter Bradshaw, The Iron Ladyin “The Guardian”, 5 gennaio 2012

 

Molto più benevola, sia sul film che sulla rilevanza storica della Thatcher, è stata – comprensibilmente – la recensione di un giornale più conservatore come “The Telegraph”

David Gritten, Review on “The iron lady”, in “The Telegraph”, 15 novembre 2011

 

Da segnalare è  in questo contesto il parere del “New York Times”

A.O. Scott, Polarizing leaders fades into the twilight, in “The New York Times”, 29 dicembre 2011